5 consigli per collaborare con i brand

È ora di smettere di perdere tempo, e di iniziare a collaborare con i tuoi marchi preferiti. Hai la piattaforma, il profilo e le persone che sono desiderosi di interagire con i tuoi contenuti.. Quindi, da dove inizi? Come ti rivolgi ai marchi? Cosa dici loro per farti notare e far capire che hai un buon potenziale di influencing?

Innanzitutto se stai usando applicazioni per aumentare solo NUMERICAMNETE i tuoi followers (indiani, arabi ecc) inizia disinstallando queste app. I brand controllano la realtà dei tuoi followers. Quindi rimboccati le maniche ed inizia il tuo percorso di crescita aumentando realmente i tuoi followers attraverso le strategie che puoi trovare sul sito [clicca qui]

Sia che tu stia lavorando direttamente con il marchio, sia che le tue trattative siano nelle mani degli esperti, devi affrontare la collaborazione come un’opportunità di business, proprio come farebbe qualsiasi altro professionista creativo.

Ecco cinque suggerimenti per iniziare e guidarti nel folle mondo delle collaborazioni con i brand.

1. Consegnare i propri @username / link

Ti sorprenderebbe se ti dicessi quante richieste di collaborazione arrivano alla mia azienda [instagram azienda] e a tutti i brand senza includere @username del proprio profilo social. Sembra abbastanza ovvio vero?

Questo non è il momento o il luogo adatto per giocare. Anche la persona dall’altra parte della posta in arrivo è occupata, quindi risparmia loro il fastidio di dover andare in una caccia al profilo per capire chi sei e su quali piattaforme sei attivo.

Includi SEMPRE i link ai tuoi profili social nel testo che andrai ad inviare al brand, in modo che possano esplorare immediatamente il tuo profilo e conoscere te e i tuoi contenuti.

 

Se stai chattando tramite una piattaforma di social media con un marchio e ti viene chiesto di inviare i tuoi dettagli via email attraverso, non dare per scontato che la stessa persona vedrà la tua email. Rendi più facile per chiunque entrare nel convoglio e sapere esattamente chi sei. Più lo fai, più riuscirai a costruire una relazione e a lavorare con il marchio in futuro.

2. Conoscere il prodotto 

“Non ho provato il tuo prodotto” non è davvero il modo di conquistare un marchio.

 

Certo, va benissimo se non hai provato il prodotto – molta attività di influencer si basa su prove e recensioni – ma prova a farla girare diverso modo.

 

Prova: “Mi piacerebbe provare il tuo prodotto perché …”

 

Facendo una piccola ricerca sul prodotto dimostra che sei attivamente interessato all’azienda e cosa hanno in offerta. Ti dà anche la possibilità di mostrare come il prodotto corrisponde al tuo marchio personale e in che modo risuonerà con la tua comunità.

 

Influencer Marketing 101: l’autenticità è la chiave. Cercare di spruzzik un prodotto che non gelifica con la tua estetica non è buono per te, il tuo pubblico o il marchio.

3. Sii personale

Il segreto è nel nome: SOCIAL media!

 

Se un marchio desiderava un messaggio di vendita rigida e una ripresa standard in stile studio del proprio prodotto, non avrebbero (o non dovrebbero) usato il marketing di influencer. Vogliono lavorare con te per quello che TU puoi offrire.

 

Cosa c’è di diverso nel tuo stile personale, nel tuo punto di vista, nei tuoi contenuti o nel tuo pubblico?

 

Il tuo marchio personale è il tuo punto di forza, quindi assicurati di sapere esattamente di cosa si tratta e capire come comunicarlo nel modo più semplice possibile.

4. Guarda la tua lingua

I social media sono uno spazio intrinsecamente casuale quindi non è necessario alcun “a chi possa interessare” quando si rivolge a un brand per la prima volta. Anche le narrazioni lunghe non appartengono ai DM: i conteggi dei personaggi sono stati inventati per una ragione!

 

C’è una linea sottile tra l’essere troppo formale e troppo informale, e l’atmosfera del marchio con cui stai lavorando potrebbe dare forma al tono.

 

È sempre meglio mantenere le cose corte, acuto, e aiuta se riesci a presentare alcune informazioni bonus su ciò che puoi offrire – qualcosa che potrebbe non essere prontamente disponibile sul tuo profilo (il tuo coinvolgimento con le Storie o la ripartizione del pubblico, per esempio).

 

Inoltre, evita parole come “free” o “shout-out” in quanto ciò riduce il valore dell’influencer marketing. Stai provando a impostare una transazione commerciale, quindi trattala come se volessi dire affari.

5. vantarsi del marchio

Proprio come le lettere di presentazione, è una buona pratica creare un passo unico per ogni opportunità che stai richiedendo.

 

“Ciao! Mi piacerebbe collaborare con il tuo marchio “non lo taglierà (vedi punto tre: sii personale!)

 

Passare a quel passo in più è altrettanto importante prima di AND dopo aver chiuso un accordo. Forse condividi una storia in più, inserisci un link alla tua biografia, inserisci il contenuto nella tua newsletter …

 

Mostrare un reale interesse per il marchio sarà di grande aiuto per aiutarti a garantire il lavoro in corso loro, se è in offerta

 

E non dimenticare: dietro ogni profilo Instagram c’è una persona (o un gruppo di persone) che lo gestisce. Le buone maniere e i complimenti non vanno mai fuori strada!


Vuoi altri suggerimenti diinfluencer quando si lavora con i marchi? Consulta le nostre best practice per gli influencer nella guida 2018per assicurarti di essere pronto per l’anno migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *